La casa delle donne che non c’è – 12 giugno 2012

SIT IN- FIACCOLATA MARTEDÌ 12 GIUGNO, ORE 18.00, nei giardini di Piazza Municipio


Continua la battaglia delle donne affinché anche Napoli, come tante altre città, abbia una Casa delle Donne, un luogo autonomo e autogestito di incontro, confronto, ascolto e riflessione, ma anche un luogo per la costruzione e la realizzazione di iniziative e progetti culturali, artistici e imprenditoriali con le donne e per le donne.
Come purtroppo è ormai noto, “La Casa delle Donne a Napoli”, nonostante l’impegno assunto dal Sindaco in campagna elettorale e nella conferenza stampa dello scorso 6 marzo, e nonostante gli impegni presi pubblicamente dagli Assessori al Patrimonio e alle Pari Opportunità, non ha ancora una “casa”.
Per il progetto de “La Casa delle Donne a Napoli”, l’Amministrazione Comunale aveva infatti disposto l’assegnazione temporanea di alcuni locali dell’ex asilo Filangieri, che nel frattempo però veniva occupato da “La Balena”, che ne faceva l’Asilo della conoscenza e della creatività.

Ciò nonostante, il Sindaco e gli Assessori al Patrimonio ed alle Pari Opportunità, in data 20 Marzo, ribadivano pubblicamente che alcune stanze dell’ex asilo Filangeri sarebbero state a disposizione della Casa delle Donne.
La Casa delle Donne a Napoli, pur avendo provato la “coabitazione”, nel giusto spirito dell’utilizzazione sociale degli spazi pubblici inutilizzati, di fatto si è trovata nelle condizioni di non poter in alcun modo operare, venendo a mancare le condizioni di autonomia e di autogestione e la disponibilità materiale dei locali.
La Casa delle Donne a Napoli si è da subito sottratta a qualsivoglia strumentalizzazione, non prestandosi a diventare uno strumento di lotta interna all’Amministrazione, nè contrapponendosi ad altre associazioni o movimenti, qualunque siano le forme e le modalità di utilizzazione degli spazi pubblici ad usi sociali.
Ora però è il momento di lottare, è il momento che le donne facciano sentire con forza la propria voce, è il momento che le donne conquistino il loro spazio.
E se l’Amministrazione dei “beni comuni” considera irrilevante il titolo formale per le vertenze sui beni comuni, la nostra Associazione, per la utilità sociale che persegue, rivendica l’uso di un bene immobile inutilizzato come “bene comune”, e a tal fine porrà in essere tutte le azioni necessarie anche per rendere effettivi quei diritti costituzionalmente tutelati.

Per queste ragioni La Casa delle Donne a Napoli organizza un sit in-fiaccolata di protesta MARTEDÌ 12 GIUGNO, ORE 18.00, nei giardini di Piazza Municipio, vicino al roseto piantato dall’Amministrazione in occasione dell’ 8 marzo.
Le socie, le associazioni e le donne tutte della città sono invitate a una grande mobilitazione per esprimere il dissenso e per decidere insieme le azioni da intraprendere per conquistare uno spazio autonomo e autogestito in cui le donne possano realizzare il proprio progetto politico- culturale- sociale.
VENITE IN TANTE, VESTITE DI BIANCO (ANCHE SOLO UNA MAGLIETTA) CON UN ACCESSORIO ROSA/LILLA (SCIARPA, FAZZOLETTO, FIORE) E PORTATE, SE POTETE, UN TAPPETINO O UNO SGABELLO, PERCHÈ FAREMO LA NOSTRA ASSEMBLEA IN PIAZZA, NELLA CASA CHE NON C’È.
All’imbrunire illumineremo la nostra casa che non c’è accendendo tante tante candele. Se volete, portate un cartello su cui ciascuna scriva cosa vorrebbe trovare nella Casa delle Donne.

Per molte donne di Napoli “La Casa delle Donne” è:
– luogo di incontro, confronto e riflessione;
– servizi di ascolto e consulenza;
– tutele delle donne e dei loro diritti;
– spazio per mostre, esposizioni, performances;
– occasione per iniziative, progetti delle donne, per le donne;
– luogo di raccolta e costruzione di storia delle donne;
– luogo di scambio e rete di competenze e saperi;
– punto di accoglienza per donne immigrate;
– sala ascolto musica, cinema, ristoro; centro lettura e yoga;
– editoria femminile; luogo per seminari e incontri di formazione;
– luogo per incontri di sensibilizzazione su tematiche femminili;
– laboratori artigianali e artistici; orto e iniziative per il verde; banca del tempo.

Lottiamo tutte insieme per la nostra casa!

Tagged: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per fornire alcuni servizi. Cliccando sul bottone "OK, accetto ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi