Il Camper Rosa contro la violenza sulle donne arriva a Scampia

camper

Lo scorso 31 ottobre a Scampia è arrivato il Camper Rosa, iniziativa promossa dalla Questura di Napoli per sensibilizzare la violenza di genere. Il quartiere dell’area nord è stato solo la quarta tappa di un percorso iniziato lo scorso 10 ottobre e che terminerà il 25 novembre, nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne a Piazza Trieste e Trento.

La mattinata del 31 si è divisa in due momenti: nella prima parte il camper ha sostato in viale della Resistenza nei pressi della Municipalità, in seguito gli agenti insieme alla vettura si sono spostati all’Asl. “Questo non è amore” è la scritta che ha capeggiato in evidenzia sul camper. Questo non è amore se ti mortifica, se ti procura violenza psicologica, violenza fisica e verbale, violenza sessuale, violenza economica. Un personale specializzato ha parlato alle cittadine e ai cittadini su queste varie tipologie di violenza, su come riconoscerle e a chi rivolgersi in questi casi ma soprattutto gli esperti hanno invitato le donne a denunciare e di non avere paura delle conseguenze in modo tale da intervenire prima che sia troppo tardi.La mattinata è stata molto partecipata soprattutto dalle più giovani. Infatti hanno preso parte all’iniziativa una classe del liceo delle Scienze Umane “Elsa Morante” e le allieve del corso come “operatore dell’abbigliamento” del Centro Hurtado.

Inoltre, l’associazione Dream Team è stata presente per far conoscere i propri servizi. L’associazione si avvale di un team di psicologhe e avvocati che portano avanti dal 2009 lo sportello antiviolenza, il segretariato sociale, orientamento al lavoro, consulenza psicologica e legale. Oltre agli servizi, l’associazione mette a disposizione una serie di corsi pensati per le esigenze e i bisogni delle donne come il corso di yoga e di cake design.Da qualche anno, spinta dal desiderio di molte, la Dream Team ha creato una squadra di calcio femminile per le adolescenti del territorio seguendole ad ogni passo della loro formazione, lo sport quindi inteso come inclusione sociale. Durante la giornata sono emersi alcuni numeri. Ben 100 casi si sono verificati in un solo anno sul territorio di Scampia, la percentuale segna il 60% di denunce. Sono numeri da non sottovalutare se si tiene conto che in media nel mondo si verificano al giorno 5 casi di femminicidio. Una mattinata, dunque, che ha fornito numerosi spunti di riflessione e ha permesso di offrire alla cittadinanza gli strumenti giusti per poter arginare la violenza sulle donne.

Maria Baldares 

Tagged: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per fornire alcuni servizi. Cliccando sul bottone "OK, accetto ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi